Questa guida di auto-determinazione del livello musicale è adattata da quella di ACMP (The Chamber Music Network) e da quella dei Cambristi di Bruxelles. La valutazione è a tuo uso personale.

Primo metodo

  • D. “Principiante” – Suoni/canti un repertorio selezionato conformemente alla tuo livello tecnico. Tieni il ritmo, sei mediamente intonato e sai leggere la musica. In una lettura a prima vista riesci a tenere il passo della musica e a arrivare alla fine di un brano senza fermarti e ripartire troppo spesso. Vuoi migliorare per cercare di suonare musica da camera.
  • C. “Discreto” – Stai esplorando il repertorio, magari evitando quei lavori che per ora sono tecnicamente troppo impegnativi. Sei abituato a leggere la musica anche a prima vista ma non hai ancora grande esperienza in gruppi di musica da camera e stai cercando di acquisire le necessarie routine per farlo. Ti concentri sul non commettere gli errori più gravi mentre leggi una parte non familiare e sei attento a quello che fanno gli altri. Spesso rallenti nei movimenti veloci per ragioni tecniche.
  • B. “Buono” – Suoni/canti abitualmente in gruppi vocali e strumentali hai ormai una discreta familiarità con alcune porzioni di repertorio di musica da camera (magari relativo a certi periodi o certi organici). Di solito una lettura a prima vista non è un problema. Fai attenzione al bilanciamento del gruppo, alle dinamiche e al fraseggio già alla prima lettura.
  • A. “Eccellente” – Hai familiarità con gran parte del repertorio cameristico (relativo a diversi periodi e diversi organici) comprese alcune composizioni contemporanee. Tieni la parte ritmicamente e in intonazione, anche nei passaggi, armonie, intervalli più complicati, che esegui con attenzione non solo tecnica ma al particolare e all’insieme di un brano. Suoni/canti con costanza e leggi a prima vista senza difficoltà, perfettamente intonato, con un buon suono e dando carattere e arricchendo di particolari la musica. Se un partner fa un errore riesci a riprenderlo anche senza fermarti e nonostante le difficoltà tecniche.

 

Secondo metodo

  1. Ti eserciti con regolarità?
    Si (2 punti); A volte (1 punto); No (0 punti)
  2. Quanto spesso suoni/canti?
    Più di due volte a settimana (2); Settimanalmente (1); Meno spesso (0)
  3. Quanto spesso ti perdi?
    Raramente (2); A volte (1); SPESSO (0)
  4. Se ti perdi riesci a riprenderti senza fermarti?
    Sempre (2); Spesso (1); Raramente (0)
  5. Come giudichi la tua lettura a prima vista?
    Ottima (2); Ok (1); Scarsa (0)
  6. Quanti anni di lezioni individuali da solista hai preso e sei stato attivo come musicista?
    Più di 5 anni (2 punti); 3 anni (1 punto); MENO (0 punti)
  7. Come giudichi la tua tecnica rispetto a quella di un diplomato di Conservatorio?
    Simile (2); Leggermente inferiore (1); Decisamente inferiore (0)
  8. Quando suoni in ensemble tieni la tua parte con tempo e intonazione?
    Sempre (2); Circa (1); Con difficoltà (0)

 

Calcola ora la tua categoria secondo questo metodo:
Più di 14 = A
10-13 = B
6-9 = C
Meno di 6 = D
_______________________________________________________________________________________

Fai la media del primo e del secondo metodo usando anche + e – per precisare meglio il tuo livello (B+, C-, ecc..)